COME RINFORZARE I MUSCOLI DELLA LINGUA

Questi esericizi servono a rinforzare la muscolatura della lingua.

Devono essere eseguiti frequentemente per ottenere i risultati desiderati.

Fanno acquisire, se svolti con regolarità, ampiezza, precisione e velocità dei movimenti.

Stimolano anche la sensibilità, la percezione e la motricità della bocca.

  • Premere la lingua contro il palato e farla scorrere avanti e indietro.
  • Premere la lingua contro le guance.
  • Con movimenti circolari far scorrere la lingua tra le labbra ed i denti.
  • Far schioccare la lingua cercando di mantenere il mento fermo.
  • Tirare fuori la lingua e sollevarla verso il naso, spingerla contro il mento e spostarla a destra e sinistra.
  • Senza aiutarsi, ripulire ripulire un cucchiaino ricoperto di cibo appiccicoso : formaggino, miele, marmellata.

Mangiare cibi che richiedano una masticazione  decisa, come  finocchi e carote crudi.

Advertisements

IL METODO FEUERSTEIN

La mamma di un bambino di 9 anni, con disturbi dell’apprendimento, mi scrive, di avere sentito parlare del METODO FEUERSTEIN e vorrebbe sapere se qualcuno lo utilizza, come si trova e se ottiene dei risultati.

Anticipatamente ringrazio a chi vorrà dare informazioni.

Grazia

 

UNA BELLA STRADA…

“Auguro a tutti voi, genitori, insegnanti, persone che lavorano nella scuola, studenti, una bella strada nella scuola, una strada che faccia crescere le tre lingue, che una persona matura deve sapere parlare :

la lingua della mente, la lingua del cuore e la lingua delle mani “. 

Papa Francesco

 

AGGETTIVI E PRONOMI

L’aggettivo è una parte variabile del discorso, si riferisce sempre ad un nome  e concorda sempre con esso.

Si trova vicino al nome.

L’aggettivo qualificativo può seguire il verbo essere con cui forma il predicato nominale e si riferisce al soggetto della frase.

Esistono 7 famiglie di aggettivi

Se nella frase gli aggettivi, NON accompagnano un nome, ma STANNO da soli, diventano

PRONOMI

Es. Questi (aggettivo) giochi sono divertenti, quelli (pronome) un pò meno.

Fa eccezione l’aggettivo qualificativo che, diventa un aggettivo sostantivato, cioè un nome.

Es. I vicini  (nome) sono molto rumorosi.

I BASTONI TRA LE RUOTE

Paolo ce l’ha fatta, ma, quanti invece non ce la l’hanno fatta e non ce la faranno mai a causa dei pregiudizi e dell’ignoranza riguardo i DSA ?

Quante volte, la legge 170, non solo non è rispettatama, ma,  a questi  ragazzi ed alle loro famiglie, vengono messi ” i bastoni tra le ruote ”

Abbiamo il dovere, di INFORMARE e di EDUCARE  le persone perchè, tutti, hanno il diritto di provare a realizzare i propri sogni, a non dovere rinunciare perchè apprendono in un modo diverso.

https://www.ecodibergamo.it/stories/bergamo-citta/paolo-e-la-dislessia-una-sfida-ai-limitivinta-con-il-coraggio-di-inseguire-i-s_1264751_11/

RICORDI TRISTI E DOLOROSI

Quando vado a dormire, chiudo gli occhi e, arrivano loro… i ricordi.

Ricordi  a volte belli, altre brutti, allegri, tristi.e dolorosi.

Vorrei fermare quelli tristi e dolorosi ma,  non posso, arrivano così, all’improvviso, senza chiedere il permesso e ti feriscono  il  cuore.

Grazia