CARO BABBO NATALE…

La richiesta di Lorenzo a Babbo Natale di un regalo impossibile.

IMG_6202 (2)

Annunci

SCRIVERE PAROLE

Scrivere non è automatico e semplice come la maggior parte delle persone crede perchè sono coinvolte diverse abilità.

Un disgrafico può incontrare molte difficoltà: nella gestione del foglio, nel tratto grafico, nell’ortografia e nella comprensione del testo.

Per un DSA risulta complicato ascoltare, prendere appunti e copiare dalla lavagna.

Per esempio per prendere appunti, dobbiamo ascoltare, in contemporanea scrivere velocemente per non dimenticare le informazioni e nel frattempo dobbiamo anche capire quello che ci viene detto.

Per un disgrafico è quasi impossibile riuscire a fare tutto queste cose insieme perchè la scrittura non è automatizzata.

 

LE CROCIATE

Quanta frustrazione provocano queste cose, basterebbe poco per evitarle…

” Il prof. di storia ha dettato queste dispense sulle Crociate.

Francesco è disgrafico, il prof. avrebbe dovuto dargli delle fotocopie, non si capisce niente di quello che ha scritto”.

IMG_6106

 

QUESTA E’ UNA TORTURA

Mattia ha una certificazione per disgrafia e disortografia.

E’ rientrato a scuola (2ª media ) dopo 5 giorni d’assenza perché si era preso una brutta influenza intestinale, ha avuto la febbre molto alta, vomito e dissenteria tanto che ha perso 3kg. in 5 giorni.

Lunedì è rientrato a scuola, e gli hanno fatto recuperare : verifica di scienze, verifica di grammatica, verifica d’inglese e interrogazione di geografia…

Lui già debilitato è andato in panico e ha fatto un disastro.

 Mi sembra un tantino esagerato. Sto meditando sul da farsi”.

Maristella

CIAO MAESTRA

Questa lettera è stata scritta da Giacomo, un bambino che frequenta la 4ª elementare, disgrafico e discalculico con difficoltà visuo-spaziali.

La psicomotricista che lo segue, ritiene che i quaderni a rigatura grande con lo spazio grafico colorato possano costituire un valido aiuto per i bambini che hanno difficoltà come le sue.

Giacomo sostiene che le righe colorate lo confondono ancora di più,  vuole usare dei quaderni uguali a quelli dei suoi compagni.IMG_5963 (1)

SEI ITALIANO?

Verifica d’italiano: ” Produzione testo narrativo”.

Il prof. restituisce le verifiche corrette ai ragazzi e commenta quella di Giacomo (disgrafico e discalculico) con queste parole:”Da come hai scritto questo testo, non sembri neppure un italiano”.

MALEDETTA SCUOLA

Lisa 4 ° elementare, (disgrafica e disortografica).

“Ho pianto perchè l’altro giorno, la maestra in classe,  ha dettato un testo da scrivere sul quadernone, ho fatto tanti errori, la pagina era tutta piena di segni rossi, poi mi ha fatto alzare in piedi e ha detto forte,  così hanno sentito tutti  i  miei compagni , che devo stare più attenta a quello che scrivo, che non faccio le cose con la testa.

Io mi vergogno, non ci voglio più andare in quella maledetta scuola, nessuno scrive come me!”.