DA CHE COSA DIPENDE?

La scelta di un giovane dipende dalla sua inclinazione, ma anche dalla fortuna di incontrare un grande maestro”.

 

 

Rita Levi-Montalcini

 

Advertisements

CARTINA FISICA DELL’EUROPA

 

“Il prof. di mio figlio, domani darà ai ragazzi come verifica di geografia questa cartina muta dove dovranno inserire monti, pianure, laghi, fiumi e mari.

Il prof. ha detto in classe di preparare il lucido a casa perchè così si esercitano.

Io non sono un insegnante ma mi pare un pò difficile per tutti inserire dei nomi senza almeno una traccia, oltretutto mio figlio è disgrafico con difficoltà visuo-spaziali, per lui sarà una un’impresa impossibile.

L’ho già detto parecchie volte al prof., che fastidio, dover andare sempre a ripetere le stesse cose”.

Grazia
IMG_6214

SCRIVERE PAROLE

Scrivere non è automatico e semplice come la maggior parte delle persone crede perchè sono coinvolte diverse abilità.

Un disgrafico può incontrare molte difficoltà: nella gestione del foglio, nel tratto grafico, nell’ortografia e nella comprensione del testo.

Per un DSA risulta complicato ascoltare, prendere appunti e copiare dalla lavagna.

Per esempio per prendere appunti, dobbiamo ascoltare, in contemporanea scrivere velocemente per non dimenticare le informazioni e nel frattempo dobbiamo anche capire quello che ci viene detto.

Per un disgrafico è quasi impossibile riuscire a fare tutto queste cose insieme perchè la scrittura non è automatizzata.

 

LE CROCIATE

Quanta frustrazione provocano queste cose, basterebbe poco per evitarle…

” Il prof. di storia ha dettato queste dispense sulle Crociate.

Francesco è disgrafico, il prof. avrebbe dovuto dargli delle fotocopie, non si capisce niente di quello che ha scritto”.

IMG_6106

 

QUESTA E' UNA TORTURA

Mattia ha una certificazione per disgrafia e disortografia.

E’ rientrato a scuola (2ª media ) dopo 5 giorni d’assenza perché si era preso una brutta influenza intestinale, ha avuto la febbre molto alta, vomito e dissenteria tanto che ha perso 3kg. in 5 giorni.

Lunedì è rientrato a scuola, e gli hanno fatto recuperare : verifica di scienze, verifica di grammatica, verifica d’inglese e interrogazione di geografia…

Lui già debilitato è andato in panico e ha fatto un disastro.

 Mi sembra un tantino esagerato. Sto meditando sul da farsi”.

Maristella