LA DISLESSIA

Un video molto semplice e di grande utilità .

Advertisements

CHE MERAVIGLIA

Guardate che cosa è capace di fare questo ragazzo

Ringrazio che i miei figli hanno solo  disturbi dell’apprendimento.

L’importante è  impegnarsi e inseguire i propri sogni , sempre e comunque.

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.” – Paulo Coelho .

http://www.huffingtonpost.it/2016/04/07/mariusz-kdzierski-artista_n_9632242.html?ncid=fcbklnkithpmg00000001

È ORA DI CAMBIARE

Ma dove insegna questa prof.ssa, nel Bronx ?

Nella scuola tutti sono stressati, stanno male gli studenti e anche gli insegnanti.

Che cosa possiamo fare ?

CAMBIARLA

http://www.oggiscuola.com/web/2017/05/04/storia-insegnante-distrutta-lettera-docente-isabella-milani/

 

NOOOOOOO

Non è possibile …

Come ha potuto questa insegnante ?

http://www.huffingtonpost.it/2016/12/13/insegnante-nota-disabile-mamma_n_13597388.html?ref=fbpr

UN' ALTRA VITA

Per me, il periodo scolastico, da giugno a settembre è già troppo lungo e faticoso…

Non riesco neanche a immaginare la scuola in estate !

Con la chiusura della scuola si ritorna a vivere, niente stress, paure, umiliazioni e corse per finire i compiti.

Tutta un’altra vita !

http://www.youreduaction.it/insegnante-non-sinonimo-animatore-estivo/

MAESTRI ECCEZIONALI

Due “eccezionali maestri”, Tullio De Mauro e Francesco Tonucci spiegano che cosa significa scrivere.

Il bambino inizia a parlare dopo aver imparato a comprendere i genitori che parlano, sarebbe ragionevole che imparasse a scrivere dopo aver vissuto negli altri, negli adulti che lo circondano, l’esperienza della scrittura.

Fino a qualche decennio fa questo era abbastanza vero: andavano a scuola a imparare la lettura e la scrittura quei bambini le cui famiglie vivevano nella pratica di tutti i giorni la lettura e la scrittura.
Oggi che la scuola è di tutti, questo non è più garantito: la scuola continua a “insegnare” la tecnica senza rendersi conto che spesso il bambino non vede nessuno scrivere, che suo padre non scrive quasi mai, ecc.
È importante quindi che, pensando a una preparazione all’apprendimento della lettura e della scrittura, ci si preoccupi di ricostruire intorno al bambino un ambiente nel quale questi strumenti vengano correttamente usati dagli adulti e possano dal bambino stesso essere riconosciuti come strumenti necessari “.

ABBIAMO TUTTI GLI STESSI DIRITTI

Un insegnante di mio figlio, mandava lui ed un altro bambino, anche lui DSA, quando in classe scrivevano i testi, fuori dall’aula, nell’atrio, dicendo che lì, avrebbero potuto lavorare meglio, da soli e in tranquillità.

A mio avviso è una forma di emarginazione, perchè dividerli dalla classe ?

Non è giusto, mio figlio ancora oggi, a distanza di anni, si ricorda che lui e Lorenzo, stavano nell’atrio a scrivere perchè erano lenti.

Molti  ragazzi con disturbi dell’apprendimento, abbandonano la scuola a causa delle difficoltà che incontrano, perché sono umiliati, non considerati e a volte anche emarginati.

Quanto tempo ci vorrà per riuscire ad avere una didattica per tutti ?

INCAPACE E ABBANDONATA

Questa testimonianza, è quella di una ragazza disperata… provate ad immaginare come si può sentire: ” incapace e abbandonata dalla famiglia e dalla scuola “.

” Ciao, sono Alessandra,
una ragazzina di 12 anni, che a scuola fa tantissima fatica.

Le mie compagne fanno tante attività,  alcune vanno a danza  altre in piscina e alcune riescono anche a fare più cose.

Io invece, non posso fare niente, quei maledetti compiti impegnano tutti i miei pomeriggi e  pur mettendocela tutta la scuola è un disastro. Non riesco mai a finire i compiti e i miei voti… lasciamo perdere.

Sono disgrafica, scrivo in stampato maiuscolo e il mio prof. di italiano dice che mi devo sforzare, provare e riprovare.
Più provo, più mi stanco e più mi deprimo.
Io sono certificata dalla quarta elementare, con una diagnosi di disgrafia e discalculia.
Non ce la faccio più, anche mia mamma mi dice:” dai, impegnati di più che ce la puoi fare, guarda tuo fratello come scrive bene, non come te che non si capisce niente” .

 

 

 

 

ASSURDO

Penso a tutti quegli studenti e docenti che lunedì rientreranno a scuola…

http://www.orizzontescuola.it/docenti-studenti-ritornano-classe-luglio-numero-ore-lezione-insufficiente/

UNA SCUOLA CAPOVOLTA

Gli insegnanti entrano in classe, spiegano per un’ora poi ci sono le verifiche e le interrogazioni.

Molto noioso e pesante.

È ora di cambiare.

Forse ci sarebbero meno DSA.

Ecco cosa dice a proposito il più grande linguista italiano ed ex ministro dell’istruzione…

http://video.repubblica.it/cronaca/tullio-de-mauro-l-importanza-di-una-scuola-capovolta/192084/191046